Slide background

cem4 | certifico machinery directive

Organizza al meglio il Tuo lavoro sulla Direttiva macchine

Prova il nuovo Metodo di Valutazione dei Rischi EN ISO 12100 Versione 2019

Download CEM4 full gratuita 30 giorni

Slide background


Organizza al meglio il Tuo lavoro sulla Direttiva macchine

Prova il nuovo Metodo di Valutazione dei Rischi EN ISO 12100 Versione 2018

Download CEM4 full gratuita 30 giorni

Slide background
cem4

certifico machinery directive

Organizza al meglio il Tuo lavoro sulla Direttiva macchine

Download CEM4 full gratuito 30 giorni

Slide background


Organizza al meglio il Tuo lavoro sulla Direttiva macchine

Prova il nuovo Metodo di Valutazione dei Rischi EN ISO 12100 della Versione 2017

Download CEM4 full gratuita 30 giorni

Slide background


Organizza al meglio il Tuo lavoro sulla Direttiva macchine

Prova il nuovo Metodo di Valutazione dei Rischi EN ISO 12100 della Versione 2017

Download CEM4 full gratuita 30 giorni

Slide background
Slide background


Organizza al meglio il Tuo lavoro sulla Direttiva macchine

Prova il nuovo Metodo di Valutazione dei Rischi EN ISO 12100 della Versione 2017

Download CEM4 full gratuita 30 giorni

Slide background


Organizza al meglio il Tuo lavoro sulla Direttiva macchine

Prova il nuovo Metodo di Valutazione dei Rischi EN ISO 12100 della Versione 2017

Download CEM4 full gratuita 30 giorni

Slide background
The best software solution for Machinery Directive

CEM4 Edition 2017: view the New Standard Risk Assessment EN ISO 12100

Download CEM4 free trial 30 days

Slide background
cem4
certifico machinery directive

The best software solution for Machinery Directive

CEM4 Edition 2017: view the New Standard Risk Assessment EN ISO 12100

Download CEM4 free trial 30 days

Slide background
cem4

certifico machinery directive

Organizza al meglio il Tuo lavoro sulla Direttiva macchine

Vedi il percorso

 

Slide background
cem4

certifico machinery directive

Organizza al meglio il Tuo lavoro sulla Direttiva macchine

Vedi il percorso

 

Slide background

Dove siamo

Certifico S.r.l.
Sede op.: Via A. De Curtis 28 - 06135 PERUGIA - IT
Sede amm.: Via B. Croce 15 - 06024 Gubbio PERUGIA - IT

CEM4: Marcatura CE di linee

CEM4: Gestire la marcatura CE di linee

In CEM4 sono disponibili due tipologie di progetti: 

1. Progetti tradizionali
2. Progetti di linea

I progetti tradizionali permettono all'utente di inserire solamente macchine tradizionali.

Viceversa, i progetti di linea contengono una linea e i suoi relativi componenti.

Per contrassegnare un progetto come "di linea" è sufficiente, in fase di creazione del progetto, contrassegnarlo come "di linea" agendo sull'apposito campo nella scheda "Generale".

Nota bene
Un progetto può essere contrassegnato come di linea solo mentre viene creato. Non è possibile cambiare il parametro successivamente.

La prima macchina inserita in un progetto di linea è sempre una linea. Tutte le successive macchine saranno invece contrassegnate come componenti della linea. Non è richiesto alcun intervento da parte dell'utente, questo comportamento è gestito in automatico dal programma.



Durante lo spostamento di una macchina, è opportuno prendere in considerazione che:

- spostando una macchina componente da un progetto di linea a un progetto tradizionale, questa sarà convertita automaticamente in macchina tradizionale.
- una linea non può essere spostata in altri progetti.

Un macchina tradizionale può essere spostata all'interno di un progetto di linea e diventerà automaticamente una linea o una componente a seconda se il progetto di linea è vuoto oppure no.

Allegati:
Scarica questo file (CEM4 Marcatura CE Linee.pdf)CEM4 Marcatura CE Linee[Progetti di linea][IT]686 kB1683 Downloads

Help

Helpdesk TeamViewer Certifico


Cos'è TeamViewer | Protezione


Si esclude ogni responsabilità derivante dall'utilizzo di TeamViewer QuickSupport con altri Utenti e nel mancato rispetto delle condizioni di TeamViewer GmbH.

Fai click qui per scaricare TeamViewer

 

 

Ticket e informazioni

1000 caratteri rimanenti
Aggiungi file


Procedura Backup/Restore

Installazione librerie per il supporto funzione di backup/restore database

Le funzioni di backup/restore sono gestite da CEM4 con alcune librerie Microsoft chiamate SQL Server Management Objects (SMO).

Queste librerie non sempre sono presenti generalmente sul computer dell'utente, in  quanto di solito il setup di SQL Server si limita a installare il servizio e poco altro.

Questa guida e' testata per CEM4 Rel. 4.2.0, ma potrebbe funzionare anche per le versioni precedenti (4.0.x, 4.1.x).

I pacchetti da installare, dando per scontata la presenza di .NET Framework, sono i seguenti:

(Nota: i sistemi basati su IA64 non sono ufficialmente supportati da Certifico Macchine, il link dei pacchetti e' riportato esclusivamente  per completezza di informazione)

1.1) Tipi CLR di sistema di Microsoft SQL Server

Sistemi a 32 bit (SQLSysClrTypes.msi) - 1588 KB: http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=123721&clcid=0x410

Sistemi a 64 bit (SQLSysClrTypes.msi) - 1981 KB: http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=123722&clcid=0x410

Sistemi IA64 (SQLSysClrTypes.msi) - 3289 KB: http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=123724&clcid=0x410

1.2) Microsoft SQL Server 2008 Management Objects

(funzionano sia per SQL Server 2005 che SQL Server 2008).

Sistemi a 32 bit (SharedManagementObjects.msi) - 3225 KB: http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=123708&clcid=0x410

Sistemi a 64 bit (SharedManagementObjects.msi) - 3895 KB: http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=123709&clcid=0x410

Sistemi IA64 (SharedManagementObjects.msi) - 5640 KB: http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=123710&clcid=0x410

Soltanto nel caso in cui i due setup di cui sopra non dovessero partire oppure dovessero segnalare dei messaggi d'errore, installare questi tre ulteriori pacchetti e ripetere l'installazione dei due pacchetti precedenti.

1.2.1) Microsoft Windows Installer 4.5

http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=123373

1.2.2) Microsoft Core XML Services (MSXML) 6.0

http://www.microsoft.com/downloads/it-it/details.aspx?FamilyId=d21c292c-368b-4ce1-9dab-3e9827b70604&displaylang=it

(nella pagina sono disponibili tre pacchetti rispettivamente per 32/64 bit e IA64). 

1.2.3) Microsoft SQL Server 2008 Native Client

Sistemi a 32 bit (sqlncli.msi) - 4549 KB: http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=123717&clcid=0x410

Sistemi a 64 bit (sqlncli.msi) - 7963 KB: http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=123718&clcid=0x410 

Sistemi IA64 (sqlncli.msi) - 11112 KB: http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=123719&clcid=0x410

Se, nonostante tutto, risultasse ancora impossibile usare la funzione di backup, scaricare e installare Microsoft SQL Server Management Studio  Express ed usufruire della funzione di backup e restore disponibile presso questo applicativo:

http://www.microsoft.com/downloads/it-it/details.aspx?FamilyID=08e52ac2-1d62-45f6-9a4a-4b76a8564a2b 

Procedura gestione immagini

Nota dimensioni delle immagini inseribili nei campi RTF

Alcuni campi di Certifico Macchine 4 (detti campi RTF) consentono l'inserimento di testo formattato e di immagini (ad esempio, il testo dei requisiti, i campi della valutazione del requisito, le note di pericoli e cartelli).

E' stato riscontrato che l'inserimento di immagini con risoluzione elevata, indipendentemente dal formato originale nel quale sono state salvate, possono occupare molto spazio nel database e quindi provocare errori in fase di caricamento dati o eccessivi rallentamenti.

Si consiglia quindi di inserire immagini relativamente piccole (ad es.formule matematiche, tabelle con poche righe, piccoli schemi) ed evitare immagini troppo grandi, come per esempio pagine acquisite tramite scanner, foto provenienti da macchine fotografiche digitali che non siano state ridotte, ecc.

Per avere un'idea indicativa di quanto spazio potrebbe occupare un'immagine inserita in un campo RTF, moltiplicare l'area dell'immagine per 6. 
Ne risulta quindi che un'immagine 500x500 potrebbe occupare circa

1,5 MB (questi valori sono da ritenersi puramente indicativi: immagini della stessa dimensione ma con pochi colori o definizioni inferiori potrebbero occupare meno spazio).

Si consiglia di non superare i 5 MB complessivi per ogni campo RTF.

Se non si e' sicuri di quanto spazio occupi un certo campo RTF, seguire questa procedura (versione 4.0.5 o superiore):

1) Dalla barra di formattazione del testo del campo, fare click sul pulsante "Altre funzioni" (icona un utensile blu);

2) Dal menu' contestuale, selezionare il comando "Salva testo su file esterno"

3) Specificare un nome file e nel menu' a tendina "Salva come" scegliere "Documento Rich Text Format"

4) Nelle proprieta' del file, verificare le dimensioni del file salvato.

Con la funzione avanzata "about:config" è stata introdotta la possibilità di impostare la dimensione max delle immagini inseribili nei campi RTF.

Procedura installazione CEM4 in sistemi con SO Window XP 32 bit

Pacchetti da installare in caso di problemi con SQL Server 2008 su Windows XP

Sui sistemi Windows XP puo' capitare che SQL Server 2008 R2 abbia qualche problema ad installarsi.
Per prima cosa, verificare che il Service Pack 3 e tutti gli aggiornamenti di sistema siano correttamente installati.

Quindi, provare ad installare (o reinstallare, se gia' presenti) i seguenti pacchetti:

3.1) Microsoft Windows Installer 4.5 http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=123373

3.2) Microsoft Core XML Services (MSXML) 6.0
http://www.microsoft.com/downloads/it-it/details.aspx?FamilyId=d21c292c-368b-4ce1-9dab-3e9827b70604&displaylang=it
(nella pagina sono disponibili tre pacchetti rispettivamente per 32/64 bit e IA64).

3.3) Microsoft SQL Server 2008 Native Client Sistemi a 32 bit (sqlncli.msi) - 4549 KB: http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=123717&clcid=0x410

Sistemi a 64 bit (sqlncli.msi) - 7963 KB: http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=123718&clcid=0x410

Sistemi IA64 (sqlncli.msi) - 11112 KB: http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=123719&clcid=0x410

Successivamente, dal setup del software, nella pagina "Selezione dei componenti", selezionare solo la seguente opzione:
"Microsoft Visual C++ 2008 Service Pack 1 Redistributable Package ATL Security Update"

Al termine dell'installazione, riavviare il setup del software e nella pagina "Selezione dei componenti", selezionare esclusivamente la seguente opzione:
"Microsoft SQL Server 2005 R2 SP2 Express Edition"

Nella pagina "Impostazioni MS SQL Server" effettuare la seguente scelta:

- "Installazione personalizzata per utenti esperti"

Seguire le richieste a video dell'installazione di SQL Server.

Se il problema con SQL Server 2008 continua, e' comunque possibile scaricare e installare SQL Server 2005: http://www.microsoft.com/it-it/download/details.aspx?id=15291

Procedura installazione Runtime SAP Crystal Report per .NET Framework

Pacchetti da installare in caso di problemi con SAP Crystal Report

In caso di errori durante l’installazione del Runtime di Crystal Report o di errori di visualizzazione dei report all’interno del software Certifico si consiglia di seguire la seguente procedura:

1) Dal “Pannello di Controllo” di Windows, “Programmi e funzionalità”, disinstallare il componente “SAP Crystal Reports Runtime engine for .NET Framework”, se presente.

2) Scaricare il Runtime aggiornato 

Versione per sistemi a 64 bit:
http://downloads.businessobjects.com/akdlm/cr4vs2010/CRforVS_redist_install_64bit_13_0_6.zip ; 

Versione per sistemi a 32 bit:
http://downloads.businessobjects.com/akdlm/cr4vs2010/CRforVS_redist_install_32bit_13_0_6.zip )

3) Decomprimere il pacchetto e lanciare il setup di installazione.

Periodicamente SAP rilascia degli aggiornamenti del Runtime di Crystal Report che vanno a correggere problemi o aggiungono nuove funzionalità.

La tabella degli aggiornamenti può essere visualizzata al seguente indirizzo:

http://scn.sap.com/docs/DOC-7824

I pacchetti dei Runtime sono disponibili nelle colonne intitolate “MSI 32 bit” e “MSI 64 bit”.

Ultime comunicazioni norme armonizzate

Archivio Comunicazioni Norme armonizzate Direttiva macchine 2006/42/CE

Elenco Norme armonizzate Direttiva macchine 2006/42/CE a Novembre 2019

Come consultare i riferimenti alle norme armonizzate 2019/2020

Dal 1° dicembre 2018 i riferimenti delle norme armonizzate sono pubblicati e ritirati dalla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea non più come "Comunicazioni della Commissione" ma mediante "Decisioni di esecuzione della Commissione" (Vedasi Com.(2018) 764 EC).

I riferimenti pubblicati ai sensi della direttiva 2006/42/CE sulle macchine sono contenuti nelle:

1. comunicazione della Commissione pubblicata nella GU C 092 del 9 marzo 2018 (GU C 92/1 del 09 marzo 2018)
2. decisione di esecuzione (UE) 2019/436 della Commissione, del 18 marzo 2019 (GU L 75 del 19 marzo 2019). 
3. decisione di esecuzione (UE) 2019/1766 della Commissione del 23 ottobre 2019 (GU L 270/94  del 24.10.2019).
4. decisione di esecuzione (UE) 2019/1863 della Commissione del 6 novembre 2019 (GU L 286/25 07.11.2019)

e devono essere letti insieme, tenendo conto che la decisione modifica alcuni riferimenti pubblicati nella comunicazione.

Il pdf da scaricare contenente l'elenco consolidato delle norme armonizzate DM a Novembre 2019 riservato Abbonati a questo link.

Esistono tre tipi di norme armonizzate che conferiscono una presunzione di conformità alla direttiva 2006/42/CE.

Le norme di tipo A specificano i concetti di base, la terminologia e i principi di progettazione applicabili a tutte le categorie di macchine. La sola applicazione di tali norme, per quanto fornisca un quadro essenziale per la corretta applicazione della direttiva 2006/42/CE, non è sufficiente a garantire la conformità ai pertinenti requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute della irettiva 2006/42/CE e pertanto non conferisce una piena presunzione di conformità.

Le norme di tipo B concernono aspetti specifici della sicurezza della macchina o tipi specifici di protezione che possono essere utilizzati con una vasta gamma di categorie di macchine. L'applicazione delle specifiche delle norme di tipo B conferisce una presunzione di conformità ai requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute della irettiva 2006/42/CE a cui esse si riferiscono se una norma di tipo C o la valutazione dei rischi del fabbricante dimostra che la soluzione tecnica specificata dalla norma di tipo B è adeguata per la particolare categoria o modello di macchina in questione. L'applicazione di norme di tipo B che forniscono specifiche per i componenti di sicurezza che sono immessi singolarmente sul mercato conferisce una presunzione di conformità relativamente a detti componenti di sicurezza e ai requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute coperti dalle norme.

Le norme di tipo C forniscono specifiche per una data categoria di macchine. I diversi tipi di macchine che appartengono alla categoria coperta da una norma di tipo C hanno un uso previsto simile e comportano pericoli simili. Le norme di tipo C possono far riferimento a norme di tipo A o di tipo B, indicando quali delle specifiche della norma di tipo A o di tipo B sono applicabili alla categoria di macchina di cui trattasi. Quando, per un dato aspetto di sicurezza della macchina, una norma di tipo C si discosta dalle specifiche di una norma di tipo A o di tipo B, le specifiche della norma di tipo C prevalgono sulle specifiche della norma di tipo A o di tipo B. 

L'applicazione delle specifiche di una norma di tipo C sulla base della valutazione dei rischi del fabbricante conferisce una presunzione di conformità ai requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute della direttiva 2006/42/CE coperti dalla norma. Talune norme di tipo C si compongono di varie parti: una prima parte che fornisce le specifiche generali applicabili a una famiglia di macchine, seguita da una serie di parti che forniscono le specifiche per le varie categorie di macchine appartenenti a quella famiglia, a integrazione o modifica delle specifiche generali della prima parte. Per le norme di tipo C organizzate in questo modo, la presunzione di conformità ai requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute della irettiva 2006/42/CE deriva dall'applicazione della prima parte generale insieme alla pertinente parte specifica della norma.

Rev. Data Oggetto Autore
2.0 07 Novembre 2019 decisione (UE) 2019/1863 Certifico Srl
1.0 24 ottobre 2019 decisione (UE) 2019/1766 Certifico Srl
0.0 19 marzo 2019 decisione (UE) 2019/436 Certifico Srl

Certifico Srl - IT | Rev. 2.0 2019
©Copia autorizzata Abbonati

Vedi la nuova sezione Certifico 2019 "Norme armonizzate click"

...

Elenco consolidato Norme armonizzate Direttiva macchine 2006/42/CE al 07 Novembre 2019

Elenco consolidato con:

1. comunicazione della Commissione pubblicata nella GU C 092 del 9 marzo 2018 (GU C 92/1 del 09 marzo 2018)
2. decisione di esecuzione (UE) 2019/436 della Commissione, del 18 marzo 2019 (GU L 75 del 19 marzo 2019). 
3. decisione di esecuzione (UE) 2019/1766 della Commissione del 23 ottobre 2019 (GU L 270/94  del 24.10.2019).
4. decisione di esecuzione (UE) 2019/1863 della Commissione del 6 novembre 2019 (GU L 286/25 07.11.2019)

Norme elaborate dal CEN

OEN (1)

 Riferimento e titolo della norma (Documento di riferimento)

 Prima pubblicazione GU

 

Riferimento della norma sostituita

Data di cessazione della presunzione di conformità della norma sostituita Nota 1

Decisione di esecuzione
Nota 4

(1)

(2)

(3)

(4)

(5)

(6)

 Norme di tipo A

Le norme di tipo A specificano i concetti di base, la terminologia e i principi di progettazione applicabili a tutte le categorie di macchine.

La sola applicazione di tali norme, per quanto fornisca un quadro essenziale per la corretta applicazione della direttiva macchine, non è sufficiente a garantire la conformità ai pertinenti requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute della direttiva e pertanto non conferisce una piena presunzione diconformità.

OEN (1)

Riferimento e titolo della norma (Documento di riferimento)

Prima pubblicazione GU

Riferimento della norma sostituita

Data di cessazione della presunzione di conformità della norma sostituita Nota 1

Decisione di esecuzione

Nota 4

(1)

(2)

(3)

(4)

(5)

(6)

 

 

CEN

EN ISO 12100:2010

Sicurezza del macchinario Principi generali di progettazione

Valutazione del rischio e riduzione del rischio

(ISO 12100:2010)

 

 

8.4.2011

 

EN ISO 12100-1:2003

EN ISO 12100-2:2003

EN ISO 14121-1:2007

Nota 2.1

 

 

30.11.2013

 

Norme di tipo B

Le norme di tipo B concernono aspetti specifici della sicurezza della macchina o tipi specifici di protezione che possono essere utilizzati con una vasta gamma di macchine. L’applicazione delle specifiche delle norme di tipo B conferisce una presunzione di conformità ai requisiti essenziali della direttiva macchine a cui esse si riferiscono se una norma di tipo C o la valutazione dei rischi del fabbricante indicano che la soluzione tecnica specificata dalla norma di tipo B è adeguata per la particolare categoria o modello di macchina in questione. L’applicazione di norme di tipo B che forniscono specifiche per i componenti di sicurezza che sono immessi singolarmente sul mercato conferisce una presunzione di conformità relativamente a detti componenti di sicurezza e ai requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute coperti dalle norme.

OEN (1)

Riferimento e titolo della norma (Documento di riferimento)

Prima pubblicazione GU

Riferimento della norma sostituita

Data di cessazione della presunzione di conformità della norma sostituita Nota 1

Decisione di esecuzione

Nota 4

(1)

(2)

(3)

(4)

(5)

(6)

CEN

EN 349:1993+A1:2008
Sicurezza del macchinario - Spazi minimi per evitare lo schiacciamento di parti del corpo

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 547-1:1996+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Misure del corpo umano - Parte 1: Principi per la determinazione delle dimensioni richieste per le aperture per l'accesso di tutto il corpo nel macchinario

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 547-2:1996+A1:2008 Sicurezza del macchinario - Misure del corpo umano - Parte 2: Principi per la determinazione delle dimensioni richieste per le aperture di accesso

8.9.2009

 

 

 

 

CEN

EN 547-3:1996+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Misure del corpo umano - Parte 3: Dati antropometrici

 

8.9.2009

 

 

 

 

 

CEN

EN 574:1996+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Dispositivi di comando a due mani - Aspetti funzionali - Principi per la progettazione

 

 

8.9.2009

 

 

 

 

CEN

EN 614-1:2006+A1:2009

Sicurezza del macchinario - Principi ergonomici di progettazione - Parte 1: Terminologia e principi generali

 

8.9.2009

 

 

 

 

 

CEN

EN 614-2:2000+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Principi ergonomici di progettazione - Parte 2: Interazioni tra la progettazione del macchinario e i compiti lavorativi

 

 

8.9.2009

 

 

 

 

CEN

EN 842:1996+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Segnali visivi di pericolo - Requisiti generali, progettazione e prove

 

8.9.2009

 

 

 

 

 

 

CEN

EN 894-1:1997+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Requisiti ergonomici per la progettazione di dispositivi di informazione e di comando - Parte 1: Principi generali per interazioni dell'uomo con dispositivi di informazione e di comando

 

 

 

8.9.2009

 

 

 

 

 

CEN

EN 894-2:1997+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Requisiti ergonomici per la progettazione di dispositivi di informazione e di comando - Parte 2: Dispositivi di informazione

 

 

8.9.2009

 

 

 

 

 

CEN

EN 894-3:2000+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Requisiti ergonomici per la progettazione di dispositivi di informazione e di comando - Parte 3: Dispositivi di comando

 

 

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 894-4:2010

Sicurezza del macchinario - Requisiti ergonomici per la progettazione di dispositivi di informazione e di comando - Parte 4: Ubicazione e sistemazione di dispositivi di informazione e di comando

20.10.2010

 

 

 

CEN

EN 981:1996+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Sistemi di segnali di pericolo e di informazione uditivi e visivi

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 1005-1:2001+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Prestazione fisica umana - Parte 1: Termini e definizioni

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 1005-2:2003+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Prestazione fisica umana - Parte 2: Movimentazione manuale di macchinario e di parti componenti il macchinario

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 1005-3:2002+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Prestazione fisica umana - Parte 3: Limiti di forza raccomandati per l'utilizzo del macchinario

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 1005-4:2005+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Prestazione fisica umana - Parte 4: Valutazione delle posture e dei movimenti lavorativi in relazione al macchinario

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 1032:2003+A1:2008

Vibrazioni meccaniche - Esame di macchine mobili allo scopo di determinare i valori di emissione vibratoria

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 1093-1:2008

Sicurezza del macchinario - Valutazione dell'emissione di so stanze pericolose trasportate dall'aria - Parte 1: Scelta dei metodi di prova

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 1093-2:2006+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Valutazione dell'emissione di so stanze pericolose trasportate dall'aria - Parte 2: Metodo del gas tracciante per la misurazione della portata di emissione di uno specifico inquinante

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 1093-3:2006+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Valutazione dell'emissione di sostanze pericolose trasportate dall'aria - Parte 3: Metodo di prova al banco per la misurazione della portata di emissione di uno specifico inquinante

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 1093-4:1996+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Valutazione dell'emissione di so stanze pericolose trasportate dall'aria - Parte 4: Rendimento della captazione di un impianto di aspirazione - Metodo mediante l'uso di traccianti

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 1093-6:1998+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Valutazione dell'emissione di so stanze pericolose trasportate dall'aria - Parte 6: Rendimento di separazione massico, scaricolibero

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 1093-7:1998+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Valutazione dell'emissione di so stanze pericolose trasportate dall'aria - Parte 7: Rendimento di separazione massico, scaricointubato

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 1093-8:1998+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Valutazione dell'emissione di sostanze pericolose trasportate dall'aria -

Parte 8: Parametro di concentrazione dell'inquinante, metodo di prova al banco

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 1093-9:1998+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Valutazione dell'emissione di sostanze pericolose trasportate dall'aria -

Parte 9: Parametro di concentrazione dell'inquinante, metodo in sala di prova

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 1093-11:2001+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Valutazione dell'emissione di sostanze pericolose trasportate dall'aria - Parte 11: Indice di decontaminazione

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 1127-1:2011

Atmosfere esplosive - Prevenzione dell’esplosione e protezione contro l’esplosione - Parte 1: Concetti fondamentali e metodologia

18.11.2011

EN1127-1:2007

Nota 2.1

31.7.2014

 

CEN

EN 1127-2:2014

Atmosfere esplosive - Prevenzione dell’esplosione e protezione contro l’esplosione - Parte 2: Concetti fondamentali e metodologia per attività in miniera

13.2.2015

EN 1127-2:2002

+A1:2008

Nota 2.1

Data scaduta (13.2.2015)

 

CEN

EN 1299:1997+A1:2008

Vibrazioni meccaniche e urti - Isolamento vibrazionale dei macchinari

- Informazioni per la messa in opera dell'isolamento della fonte

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 1837:1999+A1:2009

Sicurezza del macchinario - Illuminazione integrata alle macchine

18.12.2009

 

 

 

CEN

EN ISO 3741:2010

Acustica - Determinazione dei livelli di potenza sonora e dei livelli di energia sonora delle sorgenti di rumore mediante misurazione della pressione sonora - Metodi di laboratorio in camere riverberanti (ISO 3741:2010)

8.4.2011

EN ISO 3741:2009

Nota 2.1

Data scaduta (30.4.2011)

 

CEN

EN ISO 3743-1:2010

Acustica - Determinazione dei livelli di potenza sonora e dei livelli di energia sonora delle sorgenti di rumore mediante misurazione della pressione sonora - Metodi tecnici progettuali in campo riverberante per piccole sorgenti trasportabili - Parte 1:Metodo di comparazione per camere di prova a paretirigide

(ISO 3743-1:2010)

8.4.2011

EN ISO 3743-1:2009

Nota 2.1

Data scaduta (30.4.2011)

 

CEN

EN ISO 3743-2:2009

Acustica - Determinazione dei livelli di potenza sonora delle sorgenti di rumore utilizzando la pressione sonora

- Metodi tecnici progettuali in campo riverberante per piccole sorgenti trasportabili - Parte 2: Metodi in camere riverberanti speciali

(ISO 3743-2:1994)

18.12.2009

 

 

 

CEN

EN ISO 3744:2010

Acustica - Determinazione dei livelli di potenza sonora e dei livelli di energia sonora delle sorgenti di rumore mediante misurazione della pressione sonora - Metodo tecnico progettuale in un campo essenzialmente libero su un piano riflettente

(ISO 3744:2010)

8.4.2011

EN ISO 3744:2009

Nota 2.1

 

Data scaduta (30.4.2011)

CEN

EN ISO 3745:2012

Acustica - Determinazione dei livelli di potenza sonora e dei livelli di energia sonora delle sorgenti di rumore mediante misurazione della pressione sonora - Metodi di laboratorio in camere anecoica e semi- anecoica (ISO 3745:2012)

5.6.2012

EN ISO 3745:2009

 

Nota 2.1

Data scaduta (30.9.2012)

 

CEN

 

EN ISO 3745:2012/A1:2017

09.03.2018

Nota 3

30.06.2018

 

CEN

EN ISO 3746:2010

Acustica - Determinazione dei livelli di potenza sonora e dei livelli di energia sonora delle sorgenti di rumore mediante misurazione della pressione sonora - Metodo di controllo con una superficie avvolgente su un piano riflettente (ISO 3746:2010)

8.4.2011

EN ISO 3746:2009

Nota 2.1

Data scaduta (30.6.2011)

 

CEN

EN ISO 3747:2010

Acustica - Determinazione dei livelli di potenza sonora e dei livelli di energia sonora delle sorgenti di rumore mediante misurazione della pressione sonora - Metodi tecnico progettuale e di controllo per l'utilizzo in opera in un ambiente riverberante (ISO 3747:2010)

8.4.2011

EN ISO 3747:2009

Nota 2.1

Data scaduta (30.6.2011)

 

CEN

EN ISO 4413:2010

Oleoidraulica - Regole generali e requisiti di sicurezza per i sistemi e i loro componenti. (ISO 4413:2010)

8.4.2011

EN982:1996+A1:2008

Nota 2.1

Data scaduta (30.11.2011)

 

CEN

EN ISO 4414:2010

Pneumatica - Regole generali e requisiti di sicurezza per i sistemi e i loro componenti. (ISO 4414:2010)

8.4.2011

EN983:1996+A1:2008

Nota 2.1

Data scaduta (30.11.2011)

 

CEN

EN ISO 4871:2009

Acustica - Dichiarazione e verifica dei valori di emissione sonora delle macchine e delle apparecchiature (ISO 4871:1996)

18.12.2009

 

 

 

CEN

EN ISO 5136:2009

Acustica - Determinazione della potenza sonora immessa in un condotto da ventilatori ed altri sistemi di movimentazione dell'aria - Metodo con sorgente inserita in un condotto (ISO 5136:2003)

18.12.2009

 

 

 

CEN

EN ISO 7235:2009

Acustica - Metodi di misurazione

in laboratori per silenziatori inseriti nei canali e nelle unità terminali per la diffusione del l'aria - Perdita per inserzione, rumore endogeno e perdite di carico totale (ISO 7235:2003)

18.12.2009

 

 

 

CEN

EN ISO 7731:2008

Ergonomia - Segnali di pericolo per luoghi pubblici e aree di lavoro - Segnali acustici di pericolo (ISO 7731:2003)

8.9.2009

 

 

 

 

EN ISO 9614-1:2009

Acustica - Determinazione dei livelli di potenza sonora delle sorgenti di rumore mediante il metodo intensimetrico - Parte 1: Misurazione per scansione (ISO 9614-1:1993)

18.12.2009

 

 

 

 

EN ISO 9614-3:2009

Acustica - Determinazione dei livelli di potenza sonora delle sorgenti di rumore mediante il metodo intensimetrico - Parte 3: Metodo di precisione per la misurazione per scansione

(ISO9614-3:2002)

18.12.2009

 

 

 

 

EN ISO 10326-1:2016

Vibrazioni meccaniche- Metodo di laboratorio per la valutazione delle vibrazioni sui sedili dei veicoli - Parte 1: Requisiti di base (ISO 10326-

1:2016, Corrected version 2017-02)

09.06.2017

EN 30326-1:1994

Nota 2.1

30.11.2017

 

 

EN ISO 11161:2007

Sicurezza del macchinario - Sistemi di fabbricazione integrati - Requisiti di base (ISO 11161:2007)

26.5.2010

 

 

 

 

EN ISO 11161:2007/A1:2010

26.5.2010

Nota 3

Data scaduta (30.9.2010)

 

 

EN ISO 11200:2014

Acustica - Rumore emesso dalle macchine e dalle apparecchiature - Linee guida per l’uso delle norme di base per la determinazione dei livelli di pressione sonora al posto di lavoro e in altre specifiche posizioni

       

Deci. Esec. (UE) 2019/1863
Ritirata dal 19.9.2020

 

EN ISO 11201:2010

Acustica - Rumore emesso dalle macchine e dalle apparecchia ture - Determinazione dei livelli di pressione sonora di emissione al posto di lavoro e in altre specifiche posizioni in campo sonoro praticamente libero su

un piano riflettente con correzioni ambientali trascurabili (ISO 11201:2010)

20.10.2010

EN ISO 11201:2009

Nota 2.1

Data scaduta (30.11.2010)

 

 

EN ISO 11202:2014

Acustica - Rumore emesso dalle macchine e dalle apparecchiature - Determinazione dei livelli di pressione sonora di emissione al posto di lavoro e in altre specifiche posizioni applicando correzioni ambientali approssimate

(ISO 11202:2010)

20.10.2010

EN ISO 11202:2009

Nota 2.1

Data scaduta (30.11.2010)

 

 

EN ISO 11203:2009

Acustica - Rumore emesso dalle macchine e dalle apparecchiature - Determinazione dei livelli di pressione sonora al posto di lavoro e in altre specifiche posizioni sulla base del livello di potenza sonora (ISO 11203:1995)

18.12.2009

 

 

 

 

EN ISO 11204:2010

Acustica - Rumore emesso dalle macchine e dalle apparecchia ture - Determinazione dei livelli di pressione sonora di emissione al posto di lavoro e in altre specifiche posizioni applicando correzioni ambientali accurate (ISO 11204:2010)

20.10.2010

EN ISO 11204:2009

Nota 2.1

Data scaduta (30.11.2010)

 

 

 

 

CEN

EN ISO 11205:2009

Acustica - Rumore emesso dalle macchine e dalle apparecchiature - Metodo tecnico progettuale per la determinazione dei livelli di pressione sonora in opera al posto di lavoro e in altre specifiche posizioni mediante il metodo intensimetrico (ISO 11205:2003)

 

 

 

18.12.2009

 

 

 

 

 

CEN

EN ISO 11546-1:2009

Acustica - Determinazione delle prestazioni acustiche di cappottature - Parte 1: Misurazioni di laboratorio (ai fini della dichiarazione) (ISO 11546- 1:1995)

 

 

18.12.2009

 

 

 

 

 

CEN

EN ISO 11546-2:2009

Acustica - Determinazione delle prestazioni acustiche di cappottature - Parte 2: Misurazioni in opera (ai fini dell'accettazione e della verifica) (ISO 11546-2:1995)

 

 

18.12.2009

 

 

 

 

CEN

EN ISO 11553-1:2008

Sicurezza del macchinario - Macchine laser - Parte 1: Requisiti generali di sicurezza (ISO 11553-1:2005)

 

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN ISO 11553-2:2008

Sicurezza del macchinario - Macchine laser - Parte 2: Requisiti di sicurezza per macchine laser portatili (ISO 11553-2:2007)

8.9.2009

 

 

 

 

 

 

CEN

EN ISO 11553-3:2013

Sicurezza del macchinario - Macchine laser - Parte 3: Riduzione del rumore e metodi di misurazione del rumore per macchine laser e macchine laser portatili e relative attrezzature ausiliarie (classe di accuratezza 2) (ISO 11553-3:2013)

 

 

 

 

28.11.2013

 

 

 

 

 

CEN

EN ISO 11554:2008

Ottica e fotonica - Laser e sistemi laser - Metodi di prova della potenza del fascio, dell'energia e delle caratteristiche temporali (ISO 11554:2006)

 

 

8.9.2009

 

 

 

 

 

CEN

EN ISO 11688-1:2009

Acustica - Suggerimenti pratici per

la progettazione delle macchine e delle apparecchiature a bassa emissione di rumore - Parte 1:

Pianificazione (ISO/TR 11688-1:1995)

 

 

18.12.2009

 

 

 

 

 

CEN

EN ISO 11691:2009

Acustica - Determinazione dell'attenuazione sonora dei silenziatori in canali senza flusso

- Metodo di laboratorio (ISO 11691:1995)

 

 

18.12.2009

 

 

 

 

 

CEN

EN ISO 11957:2009

Acustica - Determinazione della prestazione di isolamento acustico di cabine - Misurazioni in laboratorio e in opera (ISO 11957:1996)

 

 

18.12.2009

 

 

 

 

 

CEN

EN 12198-1:2000+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Valutazione e riduzione dei rischi generati dalle radiazioni emesse dal macchinario - Parte 1: Principigenerali

 

 

8.9.2009

 

 

 

 

 

CEN

EN 12198-2:2002+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Valutazione e riduzione dei rischi generati dalle radiazioni emesse dal macchinario - Parte 2: Procedura di misurazione dell'emissione di radiazione

 

 

8.9.2009

 

 

 

CEN

EN 12198-3:2002+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Valutazione e riduzione dei rischi generati dalle radiazioni emesse dal macchinario - Parte 3: Riduzione della radiazione per attenuazione o schermatura

8.9.2009

 

 

 

 

CEN

EN 12254:2010

Schermi per posti di lavoro in presenza di laser - Requisiti di sicurezza e prove

 

26.5.2010

EN12254:1998+A2:08

Nota 2.1

Data scaduta (30.9.2010)

 

CEN

EN 12254:2010/AC:2011

 

 

 

 

 

CEN

EN 12786:2013

Sicurezza del macchinario - Guida per la redazione delle clausole sulle vibrazioni nelle norme di sicurezza

 

28.11.2013

 

 

 

 

 

CEN

EN 13490:2001+A1:2008

Vibrazioni meccaniche - Carrelli industriali - Valutazione in laboratorio e specifica delle vibrazioni trasmesse all'operatore dal sedile

 

 

8.9.2009

 

 

 

 

 

CEN

EN ISO 13732-1:2008

Ergonomia degli ambienti termici - Metodi per la valutazione della risposta dell'uomo al contatto con le superfici - Parte 1: Superfici calde (ISO 13732-1:2006)

 

 

8.9.2009

 

 

 

 

 

CEN

EN ISO 13732-3:2008

Ergonomia degli ambienti termici - Metodi per la valutazione della risposta dell’uomo al contatto con le superfici - Parte 3: Superfici fredde (ISO 13732-3:2005)

 

 

8.9.2009

 

 

 

 

 

CEN

EN ISO 13753:2008

Vibrazioni meccaniche ed urti - Vibrazioni al sistema mano- braccio - Metodo per misurare la trasmissibilità delle vibrazioni di materiali resilienti caricati dal sistema mano-braccio (ISO 13753:1998)

 

 

8.9.2009

 

 

 

 

 

CEN

EN ISO 13849-1:2015

Sicurezza del macchinario - Parti dei sistemi di comando legate alla sicurezza - Parte 1: Principi generali per la progettazione (ISO

13849- 1:2015)

 

 

13.5.2016

 

 

EN ISO 13849-1:2008

Nota 2.1

 

 

30.6.2016

 

CEN

EN ISO 13849-1:2008/AC:2009

 

 

 

 

CEN

EN ISO 13849-2:2012

Sicurezza del macchinario - Parti dei sistemi di comando legate alla sicurezza - Parte 2: Validazione (ISO 13849-2:2012)

5.4.2013

EN ISO 13849-2:2008

Nota 2.1

Data scaduta (30.4.2013)

 

 

CEN

EN ISO 13850:2015

Sicurezza del macchinario - Funzione di arresto di emergenza - Principi di progettazione (ISO 13850:2015)

 

13.5.2016

 

EN ISO 13850:2008

Nota 2.1

 

31.5.2016

 

 

EN ISO 13855:2010

Sicurezza del macchinario - Posizionamento dei mezzi di protezione in funzione delle velocità di avvicinamento di parti del corpo

umano (ISO 13855:2010)

 

 

20.10.2010

 

 

EN999:1998+A1:2008

Nota 2.1

 

 

Data scaduta (30.11.2010)

 

 

 

CEN

EN ISO 13856-1:2013

Sicurezza del macchinario - Dispositivi di protezione sensibili alla pressione - Parte 1: Principi generali di progettazione e di prova di tappeti e pedane sensibili alla pressione (ISO 13856- 1:2013)

 

 

28.11.2013

 

EN 1760- 1:1997+A1:2009

Nota 2.1

 

 

Data scaduta (28.11.2013)

 

 

 

CEN

EN ISO 13856-2:2013

Sicurezza del macchinario - Dispositivi di protezione sensibili alla pressione - Parte 2: Principi generali di progettazione e di prova di bordi e barre sensibili alla pressione (ISO 13856- 2:2013)

 

 

28.11.2013

 

 

EN 1760- 2:2001+A1:2009

Nota 2.1

 

 

Data scaduta (28.11.2013)

 

 

 

 

CEN

EN ISO 13856-3:2013

Sicurezza del macchinario - Dispositivi di protezione sensibili alla pressione - Parte 3: Principi generali di progettazione e di prova di paraurti, piastre, fili e analoghi dispositivi

sensibili alla pressione (ISO 13856- 3:2013)

 

 

28.11.2013

 

 

EN 1760- 3:2004+A1:2009

Nota 2.1

 

 

Data scaduta 31.1.2014

 

 

 

CEN

EN ISO 13857:2008

Sicurezza del macchinario - Distanze di sicurezza per impedire il raggiungimento di zone pericolose con gli arti superiori e inferiori (ISO 13857:2008)

 

 

8.9.2009

 

 

 

 

CEN

EN ISO 14118:2018 Sicurezza del macchinario - Prevenzione dell'avviamento inatteso (ISO 14118:2017)

 

19.03.2019

 

EN 1037:1995+A1:2008

Sicurezza del macchinario - Prevenzione dell’avviamento inatteso

 19.9.2020

Dec. Esec. (UE) 2019/436 la norma EN ISO 14118:2018 è pubblicata il: 19.03.2019

Deci. Esec. (UE) 2019/1863: EN 1037:1995+A1:2008
Ritirata dal 19.9.2020

 

 

CEN

EN ISO 14119:2013

Sicurezza del macchinario / Dispositivi di interblocco associati ai ripari / Principi di

progettazione e d scelta (ISO 14119:2013)

 

 

11.4.2014

 

 

EN 1088:1995

+A2:2008

Nota 2.1

 

 

30.4.2015

 

 

 

CEN

EN ISO 14120:2015

Sicurezza del macchinario - Ripari - Requisiti generali per la progettazione e la costruzione di ripari fissi e mobili

(ISO 14120:2015)

 

 

13.5.2016

 

EN 953:1997

+A1:2009

Nota 2.1

 

 

31.5.2016

 

 

 

CEN

EN ISO 14122-1:2016

Sicurezza del macchinario - Mezzi di accesso permanenti al macchinario -

Scelta di un mezzo di accesso fisso tra due livelli (ISO 14122-1:2016)

 

 

9.9.2016

 

EN ISO 14122-1:2001

Nota 2.1

 

 

31.12.2016

 

 

 

CEN

EN ISO 14122-2:2016

Sicurezza del macchinario - Mezzi di accesso permanenti al macchinario - Piattaforme di lavoro e corridoi di passaggio (ISO 14122-2:2016)

 

 

9.9.2016

 

EN ISO 14122-2:2001

Nota 2.1

 

 

31.12.2016

 

 

 

CEN

EN ISO 14122-3:2016

Sicurezza del macchinario - Mezzi di accesso permanenti al macchinario - Scale, scale a castello e parapetti (ISO 14122-3:2016)

 

 

9.9.2016

 

EN ISO 14122-3:2001

Nota 2.1

 

 

31.12.2016

 

 

 

CEN

EN ISO 14122-4:2016

Sicurezza del macchinario - Mezzi di accesso permanenti al macchinario -

Parte 4: Scale fisse (ISO 14122-4:2016)

 

 

9.9.2016

 

EN ISO 14122-4:2004

Nota 2.1

 

 

31.12.2016

 

 

 

CEN

EN ISO 14123-1:2015

Sicurezza del macchinario - Riduzione dei rischi per la salute derivanti da sostanze pericolose emesse dalle macchine - Parte 1: Principi e specifiche per fabbricanti di macchine (ISO 14123-1:2015)

 

 

13.5.2016

 

 

EN 626-1:1994

+A1:2008

Nota 2.1